Modello 730

CAF
ASPPI

Il Modello 730

Semplice e veloce, il Modello 730 è la dichiarazione dei redditi dedicata ai lavoratori dipendenti e pensionati che permette di recuperare parte delle spese sostenute nel corso dell’anno attraverso il rimborso in busta paga o pensione.

Il  Caf che provvederà alla compilazione e al calcolo delle imposte nonché alla trasmissione telematica del tuo 730.

Possono usufruire dei vantaggi dati dal Modello 730:

  • pensionati o lavoratori dipendenti;
  • persone che percepiscono indennità sostitutive di reddito di lavoro dipendente;
  • soci di cooperative di produzione e lavoro, di servizi, agricole e di prima trasformazione dei prodotti agricoli e di piccola pesca;
  • sacerdoti della Chiesa cattolica;
  • giudici costituzionali, parlamentari nazionali e altri titolari di cariche pubbliche elettive;
  • persone impegnate in lavori socialmente utili;
  • lavoratori con contratto di lavoro a tempo determinato per un periodo inferiore all’anno e per i quali il rapporto di lavoro sia in essere nei mesi da giugno a luglio;
  • lavoratori che posseggono soltanto redditi di collaborazione coordinata e continuativa;
  • produttori agricoli esonerati dalla presentazione della dichiarazione dei sostituti d’imposta, IRAP e IVA.

Modello 730 precompilato

La grande novità introdotta a partire dall’anno 2015 è il modello 730 precompilato che l’Agenzia delle Entrate rende disponibile a partire dal 15/04.

Il modello 730 precompilato viene reso disponibile ai lavoratori dipendenti e ai pensionati che:

  • hanno presentato il modello 730 lo scorso anno;
  • e, inoltre, hanno ricevuto dal sostituto d’imposta la Certificazione Unica con le informazioni relative ai redditi di lavoro dipendente e assimilati e/o ai redditi di pensione percepiti nell’anno precedente alla presentazione della dichiarazione dei redditi.

Al suo interno esso contiene i dati derivanti da:

  • i dati contenuti nella Certificazione Unica;
  • i dati relativi agli interessi passivi sui mutui, ai premi assicurativi e ai contributi previdenziali;
  • alcuni oneri pluriennali contenuti nella dichiarazione dei redditi dell’anno precedente;
  • gli altri dati presenti nell’Anagrafe tributaria;

La presentazione del Modello 730 Precompilato può seguire due strade:

  • La presentazione diretta, dove è il contribuente stesso tramite il sito dell’Agenzia delle Entrate ad inviare la dichiarazione, accettandola così come compilata, o modificandola con redditi aggiuntivi oppure spese detraibili o deducibili.
  • La presentazione tramite Caf o Sostituto d’imposta abilitato.

Documentazione necessaria

Modello 730/2018 o Unico 2018 relativo ai redditi del 2017 (se non compilato presso l’Asppi)

  • Codice fiscale del dichiarante, del coniuge e di tutti i componenti del nucleo familiare
  • Per i portatori di handicap: verbale di riconoscimento invalidità e/o certificazione legge n. 104/92
  • Modello CU 2019 (redditi 2018) per redditi relativi a: lavoro dipendente, a progetto, pensione, mobilità, indennità di disoccupazione/maternità, borse di studio, gettoni di presenza, indennità Inail.
  • Modelli F24 pagati a Giugno e/o Novembre 2018 per gli acconti IRPEF/CEDOLARE versati (nell’eventualità che il pagamento sia rateizzato, i pagamenti di tutte le rate)

Per i Proprietari di Terreni e/o Fabbricati

  • Terreni e Fabbricati: visura catastale aggiornata
  • Per gli immobili acquisiti/venduti nell’anno 2018: atti notarili di rogito e mutuo.
  • In caso di eredità: dichiarazione di successione con allegata domanda di voltura al catasto
  • Per gli immobili affittati: contratto di locazione registrato e ricevute di pagamento
  • Per gli immobili affittati in regime di CEDOLARE SECCA: contratto di locazione registrato, modello rli (se presentato), copia della raccomandata inviata agli inquilini, mod. F24 pagati per gli acconti della cedolare secca (se dovuti)

Per Eventuali Altri Redditi percepiti nel 2018

  • Certificazioni relative a lavori occasionali percepiti nel 2018
  • Somme percepite per pensioni estere o da pensioni integrative
  • Assegni periodici versati o percepiti dall’ex coniuge (produrre sentenza di separazione/divorzio e codice fiscale del beneficiario).
  • Certificazioni relative ai dividendi su azioni e a partecipazioni societarie percepiti nel 2018.

Per la Detrazione e/o Deduzione delle Spese Sostenute nel 2018

  • Spese mediche: visite ticket, scontrini farmacia con indicato Codice Fiscale dell’interessato, fatture occhiali, dentista, degenze ospedaliere, protesi e attrezzature sanitarie, assistenza infermieristica e riabilitativa, cure termali, ecc.…
  • Documentazione relativa alle spese sostenute per l’assistenza di soggetti non autosufficienti, con allegato certificato medico attestante lo stato di non autosufficienza.
  • Buste paga o ricevute 2018 di addetti alla persona (badanti) con allegato certificato medico attestante lo stato di non autosufficienza.
  • Ricevute di versamento per contributi previdenziali collaboratori domestici colf/badanti (bollettini postali)
  • Spese per l’acquisto di veicoli per portatori di handicap (Legge 104/92 art 3, comma 3)
  • Spese per il ricovero in case di riposo (solo la parte relativa a spese mediche generiche e di assistenza specifica)
  • Spese veterinarie
  • Ricevute di pagamento interessi passivi per mutuo ipotecario acquisto o costruzione e ristrutturazione “prima casa (atto di mutuo ed acquisto)
  • Fattura 2018 del notaio per stipula mutuo “prima casa” e dell’agenzia immobiliare
  • Contributi di riscatto laurea
  • Versamenti pensione integrativa
  • Quietanze premi di assicurazione vita e infortuni, con relativo contratto in corso di validità.
  • Contributi obbligatori e/o volontari a enti/casse previdenziali, per se stessi e per familiari a carico.
  • Contributi versati per assicurazione obbligatoria INAIL contro gli infortuni domestici (assicurazione casalinghe)
  • Spese funebri sostenute per familiari (genitori, fratelli, figli)
  • Tassa di iscrizione a scuole superiori o università, ricevute pagamento anno 2018 per la retta di frequenza per l’asilo nido
  • Ricevuta di versamento rilasciata dalla scuola per le erogazioni liberali a favore di istituti scolastici.
  • Erogazioni liberali a favore di istituzioni religiose, ONLUS, partiti politici, di associazioni di promozione sociale, di associazioni sportive dilettantistiche, ONG
  • Documentazione relativa alla detrazione del 36% e/o del 50% per le ristrutturazioni edilizie (fatture, bonifici bancari o. se trattasi di spese condominiali, dichiarazione sostitutiva dell’Amministratore; per i lavori eseguiti prima del 14.05.2011, ricevuta della raccomandata al Centro Operativo di Pescara)
  • Bonus mobili 2018: fattura di acquisto e attestazione di pagamento. (Il bonus è collegato a lavori di ristrutturazione effettuati nel 2018 con data di inizio precedente all’acquisto dei beni.)
  • Spese per interventi Risparmio Energetico per detrazione del 55% e/o del 65% (comunicazione
  • ENEA con ricevuta di raccomandata, allegati E o F, fatture e bonifici bancari)
  • Ricevute/fatture rilasciate da associazioni sportive, palestre, piscine per iscrizione/abbonamenti dei ragazzi di età compresa tra i 5 e i 18 anni

Avviso!
Accordi della Provincia 2019

Sono stati depositati tutti gli accordi della provincia di Roma 2019.
Elenco accordi della provincia
close-link